domenica 5 ottobre 2014

Interpellare le Chiese locali dopo questa assemblea

(Gianfranco Brunelli*) Fare rivivere lo spirito e il metodo del Concilio. Il sinodo dei vescovi sulla famiglia che si apre può essere davvero questo. Sinodo e sinodalità.
Il tema: le sfide che la famiglia deve oggi affrontare, accompagnate dal Vangelo della misericordia, «dallo sguardo fisso al crocifisso», come ha detto papa Francesco, e non alle condanne.
Il metodo: un confronto aperto a tutti nella Chiesa che risponde davvero alla sinodalità effettiva, cioè a un esercizio profondo, condiviso, reale della comunione aperto a tutti. Papa Francesco chiede un ritorno al Concilio, per compiere il Concilio, su un tema decisivo per il mondo contemporaneo. E’ una rivoluzione nella Chiesa.
Sinodo e Sinodalità. La segreteria generale del Sinodo ha detto che i materiali di discussione di questa prima sessione del Sinodo verranno consegnati a tutte le conferenze episcopali, affinché decidano se allargare il dibattito nelle singole realtà a tutte le Chiese locali. E’ un segnale coraggioso e inedito.
Credo che l’assemblea sinodale possa compiere fino in fondo questo percorso, decidendo, è nelle sue facoltà, di inviare a ciascun vescovo locale e non solo alle Conferenze episcopali nazionali, il contenuto di questa prima fase del dibattito. Poi toccherà alla nuova assemblea dei vescovi prendere o suggerire al papa le decisioni necessarie.
Ciascuna Chiesa locale, ciascun vescovo potrà decidere poi se allargare a tutta la comunità il confronto. Ciascuna Chiesa locale, non solo le Conferenze episcopali, perché il rischio è che le Conferenze episcopali come tali non rispecchino sempre e fino in fondo il vissuto delle nostre comunità e dell’intera Chiesa.


* Direttore de Il Regno, www.ilregno.it

Nessun commento:

Posta un commento