sabato 15 novembre 2014

Come una famiglia


Mons. Joseph E. Kurtz, arcivescovo di Louisville e presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti ha aperto con la sua prolusione l'Assemblea generale dell'episcopato a Baltimora lo scorso 10 novembre. Ne riportiamo il testo integrale che mantiene sin dall'inizio un tono - respirato al Sinodo - famigliare: quello che l'arcivescovo intende dare all'Assemblea e ai suoi lavori (http://www.usccb.org/).

"Faithfully living the Gospel of the family: let's walk together"
Archbishop Vigano, brother bishops, friends all,
I had never met Paolo Rodari until he asked to sit down with me to talk about our families. Paolo is an Italian journalist, but this wasn't about an interview. He had heard that I'd helped care for my brother Georgie, who had Down syndrome, and he wanted to talk about his hopes and fears for his own brother, Giovanni, who also has Downs.

venerdì 14 novembre 2014

Eucaristia, fonte di fraternità

A conclusione dell'Assemblea generale, l'Episcopato della Bolivia ha inviato l'11 novembre scorso un Messaggio al popolo di Dio. Riportiamo gli stralci che parlano dell'eucaristia e in particolare della situazione di tante donne abbandonate o vittime di violenza (http://bo.notibol.com/).Sul testo cf. anche http://ilsismografo.blogspot.it/2014/11/bolivia-messaggio-della-conferenza.html

La Eucaristía, fuente de fraternidad

Recordamos la invitación que el Señor nos hace a la celebración eucarística, especialmente cada Domingo. Todavía en nuestra Iglesia que está en Bolivia muchos no han descubierto la alegría de reunirse con los demás hermanos para celebrar juntos la Eucaristía, que nos llena de gozo y de fortaleza, nos hace Iglesia y nos ayuda a tener un corazón como el del Señor (cfr. Flp. 2,1-5). Pero mucho más la que celebramos cada Domingo, el día de la resurrección del Señor.

giovedì 13 novembre 2014

Quale spazio nella Chiesa per gli omosessuali credenti?

(Paolo Gamberini*) Ho letto con interesse il testo pubblicato dal blog dell’intervento in Sinodo del card. C. Schönborn. Ne sono venute alcune considerazioni.
Una persona omosessuale credente ascolta il proprio vissuto “già” interpretato da altri: famiglia, società e Chiesa. La modalità (omo)affettiva con cui vive e sente gli altri, Dio e se stesso già gli parla con determinate parole e immagini. La persona omosessuale è già “detta” da altro/i. 

mercoledì 12 novembre 2014

Il Vangelo del matrimonio

Da www.zenit.org riprendiamo la relazione pronunciata dall’arcivescovo di Lione, card. Philippe Barbarin, come prolusione dell’inaugurazione dell’anno accademico presso l’Istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e la famiglia (presso la Pontificia università del Laterano) lo scorso 28 ottobre.

L’expression « Evangile du mariage » est-elle devenue habituelle à nos oreilles ? D’ordinaire, c’est le nom de son auteur qui vient après le mot Evangile ; on parle de l’Evangile « selon » saint Matthieu, Marc, Luc ou Jean.

martedì 11 novembre 2014

Il cammino del Sinodo ordinario

Pubblichiamo il testo che il card Orani João Tempesta, arcivescovo di Rio de Janeiro (Brasile), ha inviato alla diocesi. In esso sintetizza i lavori del Sinodo appena concluso e alcuni interrogativi in preparazione a quello del prossimo ottobre 2015 (http://www.cnbb.org.br/).

lunedì 10 novembre 2014

Il Sinodo: cercare il bene ovunque

Con il contributo proveniente dall'arcivescovo di Westminster apriamo la sezione dedicata alla riflessione che le Chiese locali hanno iniziato sui temi del Sinodo concluso nell'ottobre 2014.
(+ Vincent card. Nichols) Pastoral Letter on the Synod on the Family
25/26 October 2014 http://rcdow.org.uk/

My brothers and sisters in Jesus Christ,
Today I would like to tell you a little about the recent Extraordinary Synod of Bishops held in Rome on the theme of the pastoral challenges facing the family in the context of evangelisation. I was privileged to take part in this two week meeting. I found it a rich and moving experience.

domenica 9 novembre 2014

Una nuova chiave ermeneutica

Pubblichiamo di seguito l'intervento del card. Christoph Schönborn, Arcivescovo di Vienna e Presidente della Conferenza Episcopale Austriaca, pronunciato durante la Seconda Congregazione Generale del Sinodo dei vescovi, lunedì 6 ottobre scorso.