venerdì 3 luglio 2015

Sacramento o contratto? A confronto con W. Aymans

di Andrea Grillo*
Più volte, anche in questa rubrica, si è giudicato molto importante il fatto che possa aprirsi un dialogo più intenso e più franco tra teologia e diritto canonico, in vista di una comprensione più adeguata e più profonda delle questioni che interessano questa “fase intersinodale”.

giovedì 2 luglio 2015

Garrigues risponde: la dottrina non cancella la misericordia

di Jean-Miguel Garrigues op

Dopo la pubblicazione sul numero del 13 giugno de La Civiltà cattolica di un'intervista al domenicano p. Jean-Miguel Garrigues, - intitolata "Chiesa di puri o nassa composita" - nella quale quale ipotizzava due casi nei quali si può prevedere la riammissione dei divorziati risposati ai sacramenti, si sono registrate almeno due reazioni di dissenso. Una a firma del filosofo Thibaud Collin e l'altra da parte di un religioso, anch'egli domenicano, in forma anonima. Di seguito il testo nel quale p. Garrigues da un lato difende la propria argomentazione e dall'altro lamenta il tono dei due interventi che lo accusano di essere contro il magistero della Chiesa. Su La croix del 30 giugno una ricostruzione della discussione e il link al sito http://www.france-catholique.fr/ che ha pubblicato il 26 giugno 205 la difesa di padre Garrigues (red.).

martedì 30 giugno 2015

Perché ammettere i divorziati risposati ai sacramenti

di Walter card. Kasper*


* Riprendiamo dal sito http://www.eancheilpaparema.it/ (espressione del Cenacolo degli amici di papa Francesco) la traduzione italiana del testo che il card. Kasper ha pubblicato originariamente sulla rivista dei gesuiti tedeschi Stimmen der Zeit (2015) 7, 435-445.

lunedì 29 giugno 2015

Le risposte dei cattolici del Lussemburgo

Partendo da un’analisi della Relatio Synodi, «questi tre argomenti: i divorziati risposati, la vita di coppia fuori del matrimonio e le coppie omosessuali appaiono come i “punti caldi” del Sinodo. Ciò non sminuisce l’importanza degli altri temi, specialmente quello del linguaggio utilizzato. In questa prospettiva, è importante avanzare fin dall’inizio la questione preliminare relativa al “principio di realtà” che deve sempre orientare la prassi cristiana». Lo scorso 25 marzo, un gruppo di lavoro ad hoc della Chiesa cattolica in Lussemburgo ha pubblicato una sintesi delle risposte alle domande contenute nei Lineamenta in vista del Sinodo di ottobre, «frutto dei lavori di gruppo organizzati dal Servizio della pastorale con la partecipazione di volontari attivi nei cammini di preparazione al matrimonio e in vari movimenti cattolici».