lunedì 1 luglio 2019

Riunione segreta?

Alla riunione in preparazione al Sinodo panamazzonico che si è tenuta dal 24 al 26 giugno scorso a Roma (cf. qui) hanno partecipato in qualità di studiosi ed esperti chiamati dalla Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM):
  1. Card. Claudio Hummes ofm, relatore generale del Sinodo panamazzonico, presidente della REPAM (Brasile)
  2. Card. Pedro Barreto sj, arcivescovo di Huancayo, vicepresidente della REPAM (Perù)
  3. Card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi (Italia)
  4. Card. Walter Kasper, presidente emerito del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani (Germania)
  5. Card. Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna (Austria), invitato ma assente per motivi di salute
  6. Mons. Erwin Kräutler cpps, vescovo emerito di Xingu, Parà, membro del Consiglio presinodale (Austria - Brasile)
  7. Mons.Franz-Josef Overbeck, vescovo di Essen (Germania), presidente di Adveniat, agenzia umanitaria per l'America Latina
  8. P. Michael Czerny si, co-segretario del Sinodo panamazzonico (Canada)
  9. Patricia Gualinga, attivista per i diritti umani el popolo kichwa della comunità indigena sarayaku (Ecuador)
  10. Suor Alba Teresa Cediel Castillo, consigliera generale delle Suore missionarie di Maria immacolata e di s. Caterina da Siena - Missionarie della madre Laura, esperta di etica e pedagogia (Colombia)
  11. Suor Liliana Franco, della Compagnia di Maria, presidente della CLAR (Colombia)
  12. P. Paulo Suess, teologo (Germania - Brasile)
  13. P. Victor Codina si, teologo (Spagna - Bolivia)
  14. P. Fernando Roca Alcazar si, antropologo sociale ed etno-botanico, Pontificia università cattolica (Perù).
  15. P. Pedro Hughes, della Società di San Colombano per le missioni estere, coordinatore della REPAM (Irlanda)
  16. P. Justino Sarmento Rezende, salesiano del popolo indigeno tuyuca (Brasile)
  17. P. Felipe Jaled Ali Modad Aguilar, rettore della parrocchia della missione di Bachajón (Messico)
  18. P. Agenor Brighenti, teologo presso l'Università di Lovanio (Belgio)
  19. P. Paolo Garuti op, docente di Teologia biblica presso la Pontificia università S. Tommaso d'Aquino (Italia)
  20. P. Hubert Wolf, docente di Teologia e Storia della Chiesa presso l'Università di Munster (Germania)
  21. Prof.ssa Myriam Wijlens, Università di Erfurt (Germania)
  22. Prof. Peter Szabó, direttore dell'Istituto di diritto canonico dell'Università di Budapest (Ungheria) 
  23. Prof.ssa Serena Noceti, docente di Teologia sistematica presso l'Istituto superiore per le scienze religiose di Firenze (Italia)
  24. Mons. Josef Sayer, teologo, già direttore esecutivo di Misereor (Germania)
  25. Dina Guerra, programme manager di Porticus, associazione filantropica (USA - Paesi Bassi)
  26. Mauricio López, segretario esecutivo della REPAM (Ecuador)
  27. Mons. Eugenio Cotter, vicario apostolico di Pando, membro del Consiglio presinodale (Bolivia)
  28. Romina Gallegos, coordinatrice nazionale della REPAM (Ecuador)
  29. P. Carlos Galli, decano della Facoltà di teologia di Buenos Aires (Argentina)
  30. Miguel Cruz Moreno, attivista per i popoli indigeni (Messico) 


sabato 29 giugno 2019

Amazzonia, luogo teologico

In preparazione al Sinodo panamazzonico la Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM) ha convocato a Roma il 26 giugno scorso un simposio teologico che ha analizzato l'Instrumentum laboris. Ecco la sintesi pubblicata dal sito Internet della REPAM (ndr).

venerdì 28 giugno 2019

Il celibato dei preti è a rischio?

No, afferma mons. Felipe Arizmendi, vescovo emerito di San Cristóbal de Las Casas in questo commento pubblicato da El Sole de México il 27 giugno 2019: si tratta di un'eccezione che conferma la regola (ndr).

mercoledì 19 giugno 2019

Sinodo panamazzonico: ecco l'Instrumentum laboris

Nella conferenza stampa di lunedì scorso 17 giugno è stato presentato l'Instrumentum laboris del prossimo Sinodo panamazzonico, che si celebrerà in ottobre a Roma. Vi hanno partecipato il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi; s.e. mons. Fabio Fabene, sottosegretario del Sinodo dei vescovi; e il rev. padre Humberto Miguel Yáñez si, professore ordinario di Teologia morale presso la Pontificia università gregoriana di Roma. Del testo che di seguito riportiamo, è stato ampiamente ripreso dai media il n. 129, dove, tra l'altro, s'afferma la necessità di approfondire la possibilità "di ordinazione sacerdotale di anziani, preferibilmente indigeni, rispettati e accettati dalla loro comunità, sebbene possano avere già una famiglia costituita e stabile, al fine di assicurare i sacramenti che accompagnano e sostengono la vita cristiana".
Sempre nello stesso numero, al § c.2, si dice che "si propone inoltre di garantire alle donne la loro leadership, nonché spazi sempre più ampi e rilevanti nel campo della formazione" (ndr).

Giovani: fase attuazione

Dal 19-22 giugno 2019 a Sassone di Ciampino (Roma),  si riunisce un forum con delegati giovani inviati dalle diverse conferenze episcopali per valutare, in base al nuovo regolamento del Sinodo, la fase di attuazione dell'Assemblea dedicata appunto ai giovani.
Ecco come lo presenta il comunicato in data di oggi dell'Ufficio giovani del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita (ndr).

venerdì 24 maggio 2019

Nuovi consultori nella Segreteria generale del Sinodo


Il papa ha nominato oggi, 24 maggio 2019 come consultori della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi: il rev.do padre Giacomo Costa si, direttore della rivista Aggiornamenti sociali, presidente della Fondazione culturale San Fedele (Italia); il rev.do don Rossano Sala sdb, docente di Pastorale giovanile presso la Pontificia università salesiana, direttore della rivista Note di pastorale giovanile (Italia); le rev.de suore: Nathalie Becquart saveriana, già direttrice del Servizio nazionale della Conferenza episcopale francese per l’evangelizzazione dei giovani e per le vocazioni (Francia); Alessandra Smerilli fma, docente di Economia presso la Pontificia facoltà di Scienze dell’educazione Auxilium, membro del Comitato scientifico e organizzatore delle settimane sociali dei cattolici della Conferenza episcopale italiana, consigliere dello Stato della Città del Vaticano (Italia); María Luisa Berzosa González fi, direttrice di Fe y alegría (Spagna); l’ill.ma prof.ssa Cecilia Costa, docente di Sociologia presso l’Università Roma Tre (Italia).

lunedì 20 maggio 2019

Sinodo panamazzonico: aggiornamenti


Oltre al lavoro delle assemblee locali, procede anche a Roma il processo del Sinodo panamazzonico, dedicato a "Nuovi cammini per la Chiesa e per un'ecologia integrale". Il 4 maggio sono stati nominati il relatore generale e i segretari speciali: il card. Cláudio Hummes ofm, arcivescovo emerito di São Paulo, presidente della Rete Ecclesiale Panamazzonica (REPAM) sarà il relatore generale, mentre mons. David Martínez De Aguirre Guinea op, vescovo tit. di Izirzada e vicario apostolico di Puerto Maldonado (Perù) e P. Michael Czerny si, sottosegretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale (Vaticano), segretari speciali.

martedì 2 aprile 2019

Christus vivit: pubblicata la postsinodale sui giovani

Firmata 25 marzo 2019, festa dell'Annunciazione e giornata nella quale papa Francesco era in visita al Santuario di Loreto, l'esortazione apostolica postsinodale Christus vivit è stata resa nota martedì 2 aprile con una conferenza stampa a cui hanno preso parte il card. Lorenzo Baldisseri, mons. Fabio Fabene, Paolo Ruffini, Laphidil Oppong Twumasi (studentessa del corso magistrale di Ingegneria Biomedica all’Università di Bologna) e Alessio Piroddi Lorrai (insegnante di religione della diocesi di Roma).

Composta da 299 paragrafi raccolti in 9 capitoli (e con 164 note), il corposo testo, pubblicato in 7 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco e arabo) è stato accompagnato da "sintesi di lavoro" per facilitarne la lettura.

lunedì 25 marzo 2019

Il 2 aprile la postsinodale

Nella visita odierna al Santuario di Loreto, il papa ha detto che l'esortazione apostolica postsinodale Vive Cristo, esperanza nuestra sarà resa nota il prossimo 2 aprile e avrà la forma della "lettera ai giovani".
Così scrive per Vatican News Isabella Piro: "Da Roma a Loreto, passando per la Giornata mondiale della Gioventù a Panama, con un’unica destinazione: i giovani di tutto il mondo. L’Esortazione apostolica post-sinodale, in forma di Lettera ai giovani, che oggi il Papa firma ed affida alla Vergine Maria durante la sua visita a Loreto, ha un lungo cammino alle spalle, percorso grazie alla “bussola” di Cristo. “Vive Cristo, esperanza nuestra” è infatti l’incipit del testo originale in spagnolo del documento, che verrà pubblicato, il prossimo 2 aprile" - continua a leggere -

venerdì 22 marzo 2019

Giovani: come si è arrivati alla postsinodale?

In attesa che venga presentata l'esortazione apostolica postsinodale del papa al termine del Sinodo sui giovani (conosciamo già il titolo spagnolo Vive Cristo, esperanza nuestra)  nella prossima visita lunedì 25 marzo al Santuario di Loreto, facciamo un breve riepilogo di questo Sinodo che ha costituito quasi un intermezzo dopo le discussioni accese dei due sulla famiglia e di quello che si celebrerà nel prossimo ottobre sull'Amazzonia.

giovedì 21 marzo 2019

A Georgetown sull'Amazzonia

Dal 19 al 21 marzo 2019, si è tenuta presso la Georgetown University di Washington una conferenza sul tema "Ecologia integrale: una risposta sinodale dall'Amazzonia e da altri biomi/territori essenziali per la cura della nostra casa comune” come una risposta all'urgente necessità d'agire in quanto uomini per il futuro del pianeta.
Come ha spiegato a Radio vaticana il card. Hummes, la conferenza è stata coordinata dalla Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM) e co-patrocinata dal Dicastero per lo sviluppo umano integrale e la Missione permanente della Santa Sede presso l'ONU, la Georgetown University e la Conferenza dei gesuiti di Canada e Stati Uniti, con il sostegno di Caritas internationalis e la partecipazione della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi.
Tra i 120 partecipanti, persone ed esperti provenienti non solo dall'Amazzonia ma anche dal bacino del Congo e il corridoio biologico mesoamericano (tra Guatemala e Honduras).
Tra i relatori: il card. Cláudio Hummes, presidente della REPAM; il card. Pedro Barreto, vicepresidente; Patricia Gualinga, leader indigena dell'Amazzonia;
Victoria Tauli Corpuz, relatore speciale dell'ONU sui diritti delle popolazioni indigenere; Matthew Carnes, professore associato di Governo e direttore del Centro per gli studi latinoamericani.

mercoledì 20 marzo 2019

Ecco l'incipit della Lettera ai giovani

Comunicato della Sala stampa vaticana
20 marzo 2019

#Synod2018
Vive Cristo, esperanza nuestra: è l’incipit del testo originale in spagnolo dell’esortazione apostolica postsinodale in forma di Lettera ai giovani, che il papa firmerà il 25 marzo prossimo, solennità dell’Annunciazione del Signore, durante la sua visita al santuario mariano di Loreto.
Il papa intende con questo gesto affidare alla Vergine Maria il documento che suggella i lavori del Sinodo dei vescovi tenutosi in Vaticano, dal 3 al 28 ottobre 2018, sul tema: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. 
Il testo dell’esortazione verrà pubblicato successivamente alla firma del 25 marzo e presentato, come avviene di consueto per un documento magisteriale, durante una Conferenza stampa presso la Sala stampa della Santa Sede di cui saranno dati i dettagli nei prossimi giorni.

Seminario vaticano sull'Amazzonia

Comunicato della Sala stampa della Santa Sede
1 marzo 2019


Promosso dalla Segreteria generale del Sinodo dei vescovi, si è tenuto dal 25 al 27 febbraio 2019 un seminario di studi sul tema: “Verso il Sinodo speciale per l’Amazzonia: dimensione regionale e universale”, in vista dell’Assemblea speciale in programma nel prossimo mese di ottobre su “Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale”.

Hanno preso parte al seminario circa 80 partecipanti, tra i quali i presidenti delle 7 conferenze episcopali dell’area Amazzonica – Antille, Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela – alcuni capi dicastero della curia Romana, la presidenza della Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM), diversi vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, laici e laiche provenienti dall’Amazzonia e da altre zone geografiche.

Nella prima giornata sono stati presi in esame alcuni aspetti ecclesiali e pastorali alla luce dell’esortazione apostolica Evangelii gaudium; nella seconda giornata sono state affrontate questioni connesse alla promozione dell’ecologia integrale nell’orizzonte dell’enciclica Laudato si’.