mercoledì 19 giugno 2019

Sinodo panamazzonico: ecco l'Instrumentum laboris

Nella conferenza stampa di lunedì scorso 17 giugno è stato presentato l'Instrumentum laboris del prossimo Sinodo panamazzonico, che si celebrerà in ottobre a Roma. Vi hanno partecipato il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi; s.e. mons. Fabio Fabene, sottosegretario del Sinodo dei vescovi; e il rev. padre Humberto Miguel Yáñez si, professore ordinario di Teologia morale presso la Pontificia università gregoriana di Roma. Del testo che di seguito riportiamo, è stato ampiamente ripreso dai media il n. 129, dove, tra l'altro, s'afferma la necessità di approfondire la possibilità "di ordinazione sacerdotale di anziani, preferibilmente indigeni, rispettati e accettati dalla loro comunità, sebbene possano avere già una famiglia costituita e stabile, al fine di assicurare i sacramenti che accompagnano e sostengono la vita cristiana".
Sempre nello stesso numero, al § c.2, si dice che "si propone inoltre di garantire alle donne la loro leadership, nonché spazi sempre più ampi e rilevanti nel campo della formazione" (ndr).

Giovani: fase attuazione

Dal 19-22 giugno 2019 a Sassone di Ciampino (Roma),  si riunisce un forum con delegati giovani inviati dalle diverse conferenze episcopali per valutare, in base al nuovo regolamento del Sinodo, la fase di attuazione dell'Assemblea dedicata appunto ai giovani.
Ecco come lo presenta il comunicato in data di oggi dell'Ufficio giovani del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita (ndr).